Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Money Monster’ Category

money-monster-locandina-692x1024

Regia di Jodie Foster per l’affiatata coppia Clooney-Roberts.

Un thriller ma non solo. Forse un po’ film-denuncia.

Anche se, a ben vedere, non è tanto l’alta finanza ad essere messa sotto accusa, con i suoi spietati meccanismi per generare vuota ricchezza, quanto piuttosto il ruolo dei media nell’amplificarne gli effetti devastanti.

Money Monster è un programma divulgativo a tema finanziario.

E’ da cima a fondo lo stereotipo del programma americano, con un target di ascoltatori medio-basso. E’ spettacolo amplificato, come piace in America.

Lee Gates lo conduce da vera star, con tutto il repertorio di ammiccamenti, stacchetti e fascino da teleimbonitore arricchito di fama e farcito di ego.

Lee Gates fa il suo show. Il suo programma va forte. I suoi consigli finanziari vengono ascoltati. La gente si fida di lui. Forse troppo.

Patty è la sua regista. La sua segretaria, la sua assistente, la sua tutto-ciò-di-cui-ha-bisogno-Lee-per-funzionare.

La puntata è pronta. Si va in onda.

E in onda arriva Kyle.

Pistola in pugno e giubbetti imbottiti di esplosivo.

Prende in ostaggio Lee e parte del personale dello studio.

La diretta non può venire interrotta, altrimenti saltano tutti in aria.

Superato il primo momento di panico, Lee e Patty riprendono gradualmente in mano la situazione.

Fanno parlare Kyle, prendono tempo.

Kyle ha perso tutto perché ha dato retta a Lee e ha messo tutti i suoi soldi su un titolo che è improvvisamente crollato, contro ogni ragionevole previsione, creando un buco da 800 milioni di dollari.

I responsabili latitano. Gli addetti ai lavori evitano di rispondere e propinano alla gente termini pseudo-tecnici privi di significato.

Cos’è successo veramente? Dove sono finiti quei soldi?

Una corsa contro il tempo su più fronti. Quello di Kyle e Lee da un lato e quello di Patty dall’altro. Patty che cerca risposte da dare a Kyle per salvare Lee.

Lee che, in effetti, vorrebbe averle anche lui, quelle risposte. Perché è vero che ha consigliato un certo investimento ma è anche vero che lo ha fatto con la convinzione di sostenere un prodotto solido.

Patty dirige. Dirige la diretta improvvisata. Dirige l’esito dell’operazione di polizia. Dirige l’indagine sulla causa del tracollo.

Perché alla fine è solo un altro spettacolo.

Lo spettacolo della crisi. Lo spettacolo della menzogna. Lo spettacolo dell’economia americana che va avanti calpestando ogni cosa. Lo spettacolo della fiducia, tutta americana, nella parola data. Lo spettacolo di una realtà che, in definitiva, non è possibile scalfire.

Un buon film e un buon ritmo. Julia Roberts e George Clooney funzionano davvero bene e la storia, lungi dall’essere una crociata di redenzione per il trionfo della giustizia, mantiene un tono realisticamente disilluso.

C’è anche Giancarlo Esposito (Gus di Breaking Bad) che fa il capo della polizia.

Consigliato.

Cinematografo & Imdb.

Money Monster

Money-Monster-1

Money-Monster

money_monster_trailer_still

Money_monster_-4

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: