Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Sinister 2’ Category

sinister_two_ver2_xlg

Mah. Non so.

Non è che non mi sia piaciuto eh. E’ solo che il primo mi è piaciuto di più e speravo in un bis.

Dal punto di vista della continuity, riprendiamo esattamente da dove abbiamo lasciato il primo capitolo e introduciamo subito la nuova famigliola protagonista: due fratelli, Dylan, Zach, e la madre Courtney, in fuga dal padre dei ragazzi e ex marito violento. Nel corso dei loro spostamenti, si sistemano temporaneamente in una vecchia casa che aspetta da un po’ di essere venduta. Una parente di Courtney lavora per l’agenzia immobiliare e assicura a Courtney che per il momento non ci sono acquirenti in vista.

Quello che Courtney non sa è quello che è successo nella casa, o meglio, nella chiesa immediatamente adiacente. Courtney non sa esattamente come sono morti i precedenti proprietari.

A saperlo sono Dylan e Zach. In particolare Dylan.

E a raccontarglielo sono stati i bambini.

Bambini fantasmi, che popolano gli incubi e interrompono il sonno.

Bambini ansiosi di condividere con Dylan la propria storia. Orgogliosi di mostrare i loro film su come hanno eliminato le loro famiglie.

Bambini che hanno scelto Dylan, perché la prossima famiglia sarà la sua e perché Mr. Boogey vuole la sua innocenza.

A fare fisicamente da collegamento tra la vicenda del primo film e quella presente è il personaggio del vice sceriffo che aveva aiutato Ethan Hawke nelle indagini e che era rimasto sconvolto dalla fine della famiglia dello scrittore e da quanto aveva scoperto al riguardo.

L’ex vice sceriffo Tal dei Tali, come hanno reso in italiano So&So, segue le tracce delle famiglie uccise. Ha capito il meccanismo che muove Mr Boogey e sta cercando di spezzare la catena bruciando le case teatro dei massacri.

Sta per bruciare anche quest’ultima casa ma la trova inaspettatamente occupata da Courtney e dai suoi figli e deve quindi trovare il modo di fermare la catena del male evitandone il sacrificio.

I collegamenti con il primo capitolo sono buoni, la trama è valida e il ritmo è discreto. Si crea tensione nei momenti giusti e l’atmosfera generale è inquietante. Ripeto, non è fatto male e non è un brutto film.

Però, non so come dire, è…più normale rispetto al primo.

Perché si sa già chi è il cattivo.

Perché si sa come opera.

Nel primo film tutta la tensione si creava nel non sapere mai fino a che punto si parlava di thriller o si parlava di horror.

E tutta la potenza disturbante risiedeva nei minuti finali della versione estesa dei filmini.

Qui si sa già tutto in partenza.

E, ok, i filmini delle famiglie massacrate sono comunque disturbanti, ma sono più una variante sul tema che non un vero e proprio elemento costitutivo. Una galleria degli orrori su un tema già dato.

Parallelamente, le indagini per approfondire la figura del Bughuul – che rimane comunque inquietante – rischiano di appesantire una spiegazione già fornita in partenza e di confondere un po’ le carte.

L’unico elemento di vera suspense è quello di vedere come l’ex vice sceriffo riuscirà a fermare il tutto – il se non è nemmeno in forse perché verrebbe meno il presupposto di tutto il film.

Morale, se il primo capitolo aveva tutta l’originalità di un canone classico dell’horror (l’Uomo Nero che mangia i bambini) rielaborato in modo insolito, questa seconda tappa è un episodio successivo che nulla aggiunge all’idea originaria ma che ne sfrutta il presupposto per dar vita ad un horror decisamente più tradizionale.

Cinematografo & Imdb.

download

sinister_2

thumbnail_21244

sinister-2

sinister-2 (1)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: