Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘D. Jones’ Category

Warcraft_-_L'inizio_Teaser_Poster_Italia_mid

Allora. Io volevo parlare degli X-Men, ma poi ieri sera ho visto questa bella cosa qui e mi son distratta, ecco.

E quindi facciamo così, per Apocalypse vi mando a leggere il post dell’amica CineClan – che tanto ha detto tutto quello che volevo dire io e anche di più e mi ha pure tirato via una lacrimuccia – e adesso vi sorbite le mie elucubrazioni su Warcraft.

Warcraft è fighissimo!

Diretto da Duncan Jones, e basato sull’universo di World of Warcraft, il videogioco MMORPG (Massive Multiplayer Online Role-Playing Game) più giocato al mondo, con più di 5 milioni di partecipanti attivi, Warcraft – L’inizio mi ha incuriosita fin da subito ma, ad essere del tutto onesta, temevo un po’ la baracconata.

Certo, dal trailer il livello visivo sembrava valido ma si sa, ingannevole è il trailer, come già più di una volta mi è capitato di sperimentare.

Anyway. Mi è piaciuto. E anche parecchio.

Non che non abbia dei difetti. Ma l’insieme funziona ed è visivamente molto gratificante per chi abbia voglia di una bella scorpacciata di fantasy.

Parto dai difetti, così mi tolgo il pensiero.

Il primo che mi viene in mente in realtà non è neanche un difetto di cui si possa fare più di tanto una colpa al film in sé. E’ più che altro il problema del fantasy in generale da Peter Jackson in poi.

Sono passati 15 anni (!!!) dal Signore degli Anelli e ancora il canone rappresentativo dei film fantasy è rimasto quello dato da Jackson. Per certi versi è ormai una cosa a cui abbiamo fatto l’abitudine, però resta il fatto che ad ogni inquadratura area, ad ogni panoramica su grandi e maestosi scenari, ad ogni torre o statua che si staglia in proporzioni mastodontiche e struggenti, stiamo pensando tutti a Peter Jackson. Cosa che, peraltro, è pure un po’ inquietante se si pensa che nonostante gli ovvi progressi nella realizzazione visiva e digitale, l’impostazione strutturale sembra non sapere più dove andare per evolversi.

Altra pecca è nella realizzazione di alcuni dettagli – per dire, le armature degli uomini sono forse un po’ troppo luccicanti.

E forse si poteva approfondire un po’ di più la presa di consapevolezza degli orchi nei confronti della malvagità del potere di Gul’dan.

In definitiva però direi che non trovo molto altro da criticare.

Tra i pregi principali, invece, c’è sicuramente la scelta di usare il motion capture per la riproduzione degli orchi, e quindi l’impiego di attori veri mappati digitalmente – come al tempo fu per Gollum – invece di creare figure interamente digitalizzate. Il risultato di questa operazione è realmente impressionante e si raggiungono livelli di perfezione notevoli.

Il ritmo è veloce ma non va a discapito della chiarezza. La situazione del regno e dell’imminente conflitto, benché complessa, viene presentata in modo efficace e senza deviazioni inutili.

Lieta di essermi risparmiata anche la storia d’amore interrazziale, benché rimanga palesemente in agguato per i capitoli a venire.

Grandioso e coinvolgente. Personaggi tratteggiati senza eccessi eroico-sentimentali ma non per questo piatti. In particolare, proprio gli orchi suscitano molta empatia.

Gul’dan è un cattivo fighissimo e penso che quanto prima sarò costretta a procurarmi un action figure da piantare in soggiorno.

Anche Mediv, il Guardiano, è fatto benissimo, soprattutto nell’evoluzione della parte conclusiva.

Se da un lato la trama portante è piuttosto classica, d’altro canto va detto che vengono lasciate aperte un sacco di porte. Bisognerà vedere come si giocheranno gli spunti lasciati in sospeso.

Cast anonimo – l’unico nome un po’ noto è quello di Dominic Cooper.

Cinematografo & Imdb.

286048-thumb-full-warcraft_l_inizio_di_duncan_jone

55770_ppl

schermata_2015-11-06_alle_171651

warcraft-linizio-prima-clip-in-italiano-e-video-intervista-a-paula-patton

warcraft-linizio

Warcraft-linizio (1)

Annunci

Read Full Post »

Notte degli Oscar.  Non posso distrarmi parlando d’altro quindi vado di trailer.

Molto curiosa per il film in sé che in Italia arriva il 1 giungo.

Trovo quanto meno di cattivo gusto che i trailer italiani non possano fare a meno di strillare che il regista è Duncan Jones.

Ora, senza nulla togliere all’istintiva buona disposizione d’animo nei suoi confronti,  non è che essere il figlio di David Bowie faccia inevitabilmente di te un buon regista. Staremo a vedere.

Buona notte degli Oscar a tutti.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: