Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Copia Originale’ Category

Notte degli Oscar, dunque.

Sul red carpet sembra che non si aspetti altro che vedere l’outfit di Lady Gaga e il buon Gianni Canova si presta come sempre al teatrino di Castelnuovo con signorile impassibilità.

Detto ciò, prima di entrare nel vivo ce ne va ancora parecchio e tra una sorsata di caffè e l’altra direi di ingannare l’attesa con l’ultimo film candidato che sono riuscita a vedere, uscito nelle sale giusto giovedì.

Tratto da una storia vera Can You Ever Forgive Me – titolo originale, manco a dirlo, enormemente più sensato/interessante/adatto rispetto alla versione italiana – è anche passato al Torino Film Festival di quest’anno, senza peraltro che me ne accorgessi, per ragioni che restano ancora da chiarire.

Tratto, più nello specifico, dal libro omonimo di Lee Isralel, che racconta la sua storia e di come si sia trovata a diventare una falsaria ricercata dall’FBI.

Lee è una scrittrice in decadenza. Il suoi successi occasionali sono ormai dimenticati, la sua agente non la fa lavorare, il progetto per il suo nuovo romanzo non interessa a nessuno.

Lee è sola. E’, come dice lei stessa, una persona che ama più i gatti delle persone. Lee beve forte e ha il classico carattere di merda.

Lee si trova disoccupata e senza soldi. Prova a vendere vecchi libri ma nessuno sembra interessato neanche a quelli.

Poi succedono due cose.

In un pub incontra Jack, una vecchia conoscenza dei tempi della giovinezza, e in un libro, mentre fa ricerche in biblioteca per il suo presunto prossimo lavoro, trova tra le pagine una lettera autentica di Fanny Brice.

Lee vende la lettera e la cosa rende bene. Al punto che la tentazione di ripetere l’esperienza è forte.

Lee comincia così a falsificare lettere di autori famosi e a venderle in giro a svariati collezionisti.

L’unico a sapere della sua attività è Jack, che nel frattempo, da compagno di bevute è anche diventato qualcosa di molto simile ad un amico.

Ma ovviamente tutto questo non può durare per sempre.

Copia Originale è un film delicato, divertente, commuovente e incredibilmente poetico. E’ una storia di solitudine e di redenzione. E’ una storia vera, umanissima e toccante.

La trama centrale è quella dei falsi, certo, ma il cuore vivo e pulsante della vicenda è la storia di Lee e Jack. Di queste due roccaforti di solitudine inespugnabili eppure vulnerabilissime. Di queste due bolle di vita sole contro tutti, anche contro la vita stessa, che per una frazione di tempo si incontrano e spezzano per un po’ l’uno le barriere dell’altra.

Regia di Marielle Heller, con una Melissa McCarthy e un Richard E. Grant in stato di grazia che regalano due interpretazioni misuratissime, intense e assolutamente meritevoli delle due nominations come attrice protagonista e non protagonista.

Candidatura anche per sceneggiatura non originale.

Per la cronaca, il libro di Lee Israel non è stato tradotto in italiano e in versione originale si trova agevolmente in ebook e un po’ meno agevolmente in cartaceo – la versione in copertina rigida ha prezzi esorbitanti.

Cinematografo & Imdb.

Annunci

Read Full Post »

In uscita il 21 febbraio, giusto in tempo, prima della cerimonia.

Due nominations, miglior attrice protagonista e miglior attore non protagonista.

Titolo inglese, manco a dirlo, molto più interessante: Can You Ever Forgive Me?

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: