Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Il delitto del conte Neville’ Category

copertina

Esistevano per lei due tipi di conversazioni, quelle noiose e le altre.

Il conte Henri Neville sta preparando l’ultima festa che terrà nel suo castello.

E’ nobile ed è onesto, qualità, quest’ultima, che mal si addice alla nobiltà, in particolar modo a quella che voglia non doversi trovar costretta a vedere la dimora avita per mancanza di fondi.

Neville è mite e ha poche pretese.

Ha una moglie bellissima e tre figli, Oreste, Electre e Sérieuse. E’ un ospite perfetto, coltiva l’arte del ricevere da tutta la vita e quest’ultimo ricevimento sarà memorabile e chiuderà degnamente il suo legame con il castello.

Quello che Neville non si aspetta è Sérieuse che decide di passare una notte all’addiaccio e viene ritrovata da una veggente che, ritenendola un’adolescente scappata di casa, di conseguenza ne rintraccia il padre.

Mentre Neville recupera la figliola fraintesa, la veggente ne approfitta per predirgli che durante il ricevimento ucciderà uno degli invitati.

Neville ovviamente liquida in malo modo la donna ma,

sfortunatamente, era come quasi tutti: non credeva alle predizioni a meno che non lo riguardassero.

Il che segna l’inizio di un periodo di enorme travaglio per il povero conte.

Perché hanno inventato l’inferno dal momento che esiste l’insonnia?

Decidere chi uccidere, in effetti, non sarebbe poi stato un gran problema. Insomma, qualcuno si trova sempre.

Il problema è farlo in modo tale da non rovinare la reputazione della moglie e dei figli dopo che lui sarebbe stato arrestato.

Un conto è un omicidio. Altra faccenda è il disonore.

Un po’ parodia delle tragedie greche classiche, un po’ rivisitazione dissacrante del Delitto di Lord Arthur Savile di Oscar Wilde.

Neville non ne viene a capo.

Sérieuse arriva con una soluzione improbabile.

Gli eventi vanno avanti, senza chiedere il consenso di nessuno e la profezia si rivela per quello che è.

Venezia sta sprofondando!

Adorabile Amélie. Come sempre.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: