Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘D. Radcliffe’ Category

FHdgKeN

Per la serie. I film di cui si faceva anche a meno.

Non che sia orribile. Però no. Non va.

Sostanzialmente mi ha fregata il fatto che ci fosse James McAvoy. Poi sì, la presenza di Daniel Radcliffe mi incuriosiva ma non sarei andata a vedere il film solo per lui.

In ogni caso è un po’ un giro a vuoto.

E penso che a renderlo tale sia proprio un grosso problema di sceneggiatura.

Perché di per sé la regia non è così terribile.

E la ricostruzione del contesto è senza dubbio curata e affascinante, con i suoi toni cupi e qualche ammiccamento steampunk qua e là (più di qualche in effetti).

E anche gli attori in fin dei conti non sono criticabili. Di James McAvoy è persin superfluo parlare e Daniel Radcliffe non sarà granché ma mi aspettavo peggio – per dire, Emma Watson è infinitamente più incapace di lui.

Il problema è che non si capisce bene dove voglia andare questo film. E pare che non l’abbia capito neanche Max Landis, che ha scritto la sceneggiatura.

L’intenzione sarebbe quella di svelare antefatti sconosciuti sulla vicenda classica di Frankenstein e di farlo dal punto di vista di Igor, l’assistente.

E va bene. Però allora raccontami qualcosa che non so.

Di fatto qui c’è sì il cambio di prospettiva e i la voce di Igor che racconta, però di svelato c’è ben poco.

Viene semplicemente allungata – in modo piuttosto pretestuoso in verità – quella che è già la prima parte della vicenda classica, viene tagliato brutalmente il finale – con la scusa che tutti lo conoscono – e di nuovo non viene aggiunto niente se non l’origine del personaggio di Igor stesso.

Se mi fai un prequel o anche solo una retrospettiva che approfondisce un personaggio, mi aspetterei come minimo di ricevere informazioni che non conosco già dalla vicenda principale.

Ecco, questa cosa manca del tutto.

E viene compensata con una sorta di ipercaratterizzazione dei personaggi, per cui ci troviamo di fronte ad un Victor Frankenstein completamente squilibrato, folle fino ad essere stancante. Non che sia inappropriato. La follia di Victor ci sta anche. Solo che, come dire, non è significativo. Che Victor sia folle non è una novità. E la sua follia emerge già perfettamente nella versione originale.

Qui, nello specifico, viene cambiato il trauma scatenante dell’ossessione di Victor, peccato che questa cosa non aggiunga assolutamente niente al personaggio e risulti quindi pretestuosa.

Non c’è nulla che giustifichi davvero questo Frankenstein. Non ci sono zone d’ombra sulle quali viene fatta luce e non c’è un vero motivo per cui si accorci così malamente il finale. Oltretutto non semplicemente scegliendo di lasciarlo fuori, ma proprio modificandolo in modo grossolano e gratuito, neanche funzionale a questa nuova versione.

La voce di Igor vuole tagliar corto sulla nascita della creatura perché sostiene che tutti conosciamo già la storia. Va bene, ma allora non modificare la parte che vuoi dare per scontata in quanto ‘nota a tutti’.

Igor. Mah. Di certo il doppiaggio italiano non aiuta il povero Radcliffe, visto che non gli schiodano la voce di Alessio Puccio che – oltre a non piacermi comunque – sembra quella di un dodicenne che deve ancora cambiare voce.

Come recitazione in sé non è tutto da buttar via, ecco. Le parti in cui si impegna fisicamente gli riescono bene – quando fa il nano gobbo è bravo, in effetti. Le parti in cui deve esprimere qualche tipo di sentimento sono da prendere e buttare in blocco perché gli viene sempre una faccia da idiota.

Ciò detto, per come era scritta la parte di Igor, era comunque difficile riuscire a cavarne un personaggio che fosse poco più che tonto.

Qualche effetto speciale un po’ macabro e una fanciulla a distrarre il buon Igor, che instaura una dinamica che meglio ci starebbe in uno Sherlock Holmes.

Che dire, vedetelo se proprio non avete niente di meglio da fare, ecco.

Cinematografo & Imdb.

victor-frankenstein-daniel-radcliffe

maxresdefault

daniel-radcliffe-in-VICTOR-FRANKENSTEIN

4(3)

JAMES MCAVOY & DANIEL RADCLIFFE Character(s): Victor Von Frankenstein, Igor Film 'VICTOR FRANKENSTEIN' (2015) Directed By PAUL MCGUIGAN 25 November 2015 SAO58473 Allstar/20TH CENTURY FOX (USA 2015) **WARNING** This Photograph is for editorial use only and is the copyright of 20TH CENTURY FOX and/or the Photographer assigned by the Film or Production Company & can only be reproduced by publications in conjunction with the promotion of the above Film. A Mandatory Credit To 20TH CENTURY FOX is required. The Photographer should also be credited when known. No commercial use can be granted without written authority from the Film Company.

 

Read Full Post »

Sproloqui random del mercoledì. Che tanto oggi ho in mente di postare solo un trailer quindi qualche chiacchiera non guasta.

Ho finalmente messo le zampe su Mr. Mercedes e friggo per cominciarlo, anche se mi sono imposta di finire prima almeno qualcuno dei libri che sto leggendo, dato che sono di nuovo in un periodo di deriva in cui comincio compulsivamente qualunque cosa stazioni sotto il mio naso per più di dieci secondi.

Sono in dirittura d’arrivo con ...e ora parliamo di Kevin e, benché qua sopra abbia già parlato del film, credo che mi vedrò costretta ad esprimermi dal momento che ha l’impatto emotivo più o meno di un treno merci.

Poi. La scorsa settimana mi sono ovviamente procurata questa bella cosa qui.

Columbia Records Leonard Cohen Popular Problems cover

Personalmente non sono in grado di recensire in modo anche solo vagamente competente un album di Leonard Cohen perché mi sembrerebbe di non poter dire niente che non sia già stato detto. Ergo mi limito ad un originalissimo “Beeeello! Ascoltatelo!”

E poi, come avevo anticipato qualche tempo fa, Daniel Radcliffe aspirante Hellboy.

Non sono ancora riuscita a recuperare una data d’uscita. Mi auguro entro l’anno.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: