Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘L. Boccanera’ Category

284601

L’ho appena rivisto e più leggo le critiche e meno riesco a vedere il collegamento con Shining che tanto è stato sbandierato all’epoca dell’uscita. Non è che se in un film ci sono un padre e una prole in età scolare vuol dire che richiama Shining a prescindere. Poi, per carità, nelle recensioni cinematografiche vale rigorosamente il principio di emulazione per cui quando qualcuno comincia a tirare in ballo presunti riferimenti, si sentono tutti in dovere di riportarli perché nessuno vuol far la figura di quello che non li ha colti.

Comunque.

Traumatizzata per l’improvviso suicidio della mamma, la piccola Emily (Dakota Fanning) viene portata dal papà (De Niro), psichiatra, in una nuova casa, in campagna, nella speranza che il cambio di ambiente possa aiutare la piccola a ritrovare la serenità.

Fin dal loro arrivo, però, Emily si comporta in modo ancora più problematico per colpa di Charlie, un amico immaginario che sembra volerla usare per tormentare David, il padre.

Horror psicologico basato sul principio del ribaltamento di prospettiva,  Nascosto nel buio (2005) è ben costruito, sempre in equilibrio tra sospetto e incertezza. Ogni personaggio può essere la chiave ed ogni particolare può essere interpretato in diversi modi. Il crescendo di tensione è costante e i momenti in cui ti fa prendere un colpo sono ben inseriti, non pretestuosi e proprio per questo ancora più efficaci. Fino al colpo di scena finale che mette alla prova e rende ulteriormente evidente la solidità della struttura.

La regia di John Polson, pur valida, è senza dubbio rafforzata dall’ottima interpretazione dei due protagonisti. Di De Niro è quasi superfluo parlare e Dakota Fanning – che in questo film ha dieci anni – è, come sempre, di una bravura disarmante. Ha un’espressività e una gestualità molto più adulte della sua età che rendono affascinante e inquietante il personaggio di Emily.

C’è anche Famke Janssen – Jean Gray degli X-Men, tanto per intenderci – che non è affatto una cattiva attrice, solo finisce sempre col risultarmi antipatica per colpa della voce. E’ doppiata da Laura Boccanera – la voce di Jodie Foster – che ha un timbro e una cadenza mortalmente stucchevoli e rovinano abbastanza l’attrice e il personaggio.

Una curiosità. Nel dvd distribuito in Italia sono presenti due finali, uno per la versione cinematografica e uno alternativo, che però risultano invertiti rispetto a quello che è uscito nelle sale nel 2005. Ricordo distintamente che il finale che ho visto al cinema è quello indicato come alternativo mentre nella cosiddetta versione cinematografica del dvd c’è un finale che non avevo mai visto.

Cinematografo & Imdb.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: