Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Alien Covenant’ Category

Mah.

Premetto che, come dicevo anche l’altra settimana, non sono molto ferrata sulla fantascienza e son pure parecchio impreparata sulla saga di Alien.

Però.

Però, pur con tutta la buona volontà e con le dovute cautele, questo Alien Covenant proprio non mi convince.

E, manco a farlo apposta, appena dopo aver ricordato l’imbarazzante esito del tentativo di Ridley Scott di rinverdire i fasti della sua antica creatura con quella roba piuttosto penosa che era Prometheus, vado a scoprire che questo ennesimo capitolo non è un sequel del quarto film (La clonazione) – che già non era strettamente necessario – ma il sequel del prequel – che anche a scriverlo mi sento un po’ cogliona – ossia il sequel proprio di quell’imbarazzante Prometheus.

Devo dedurre che Ridley non abbia percepito suddetto imbarazzo ma che, anzi, sia tuttora convinto di aver avuto una buona idea.

Torno a dire: mah.

Astronave carica di umani da trasmigrare su un nuovo pianeta si vede costretta ad una deviazione e finisce su un pianeta apparentemente adatto ma ovviamente letale.

Sul perché e percome finiscano esattamente lì e sull’esito stesso delle loro scoperte in loco, devo ammettere di essere tuttora un po’ confusa.

Ci sono gli alieni cattivi.

Gli astronauti muoiono ad uno ad uno in perfetto stile slasher.

C’è un’onesta quantità di sangue.

C’è molto buio – di quella tonalità crepuscolare in cui io faccio fatica abbestia a mettere a fuoco e che dopo i primi dieci minuti mi maldispone anche in presenza di un film che mi garba.

Ci sono due Michael Fassbender – ma può anche essere colpa della luce e magari ho visto male io.

Ci sono vedovanze che piovono a destra e a manca visto che più che un equipaggio sembra un gruppo di sostegno matrimoniale – il tuo matrimonio è in crisi? Qualche anno di criosonno nello spazio e vedrai che tutto si aggiusterà.

C’è un cast nettamente inferiore anche a quello di Prometheus – Katherine Waterston è carina e coccolosa ma non è paragonabile neanche a Noomi Rapace (Segourney Weaver non la nomino neanche per decoro).

Ci sono diverse citazioni tributo ai film della saga originaria – le ho colte persino io quindi suppongo debbano essercene almeno il doppio.

Gli alieni cattivi li ho già detti?

E niente. Speravo meglio. L’alienone storico è sempre figo ma lo fanno vagare tra le rovine di una sceneggiatura peggio che traballante e il tutto pare proprio un po’ buttato via.

Cinematografo & Imdb.

Annunci

Read Full Post »

In uscita questo giovedì, 11 maggio.

Non essendo particolarmente appassionata di fantascienza finisco con l’essere piuttosto impreparata anche sui classici del genere. Per dire, il primo Alien credo di averlo visto solo una volta e tantissimo tempo fa. Sui seguiti faccio una discreta confusione. Forse sarebbe il caso di un bel ripasso di tutta la serie.
In ogni caso, non so bene cosa aspettarmi da questo qui. Ridley Scott torna alla sua creatura ma non dimentichiamoci che il buon Ridley aveva già fatto le prove per il rientro con Prometheus ed era stato abbastanza imbarazzante. Vedremo.

Su questo qui in effetti mi sento persino un po’ a disagio a dire qualcosa. Oddio, non che sia peggio di tanti altri esempi che intasano il filone pseudo-fantasy-eroico-spettacolare-action-echipiùnehapiùnemetta.
Però c’è Jax Teller Charlie Hunnam. E io sono ancora all’inizio della settima stagione di Sons of Anarchy.
E non so se sono io che vedo Sons dappertutto o è Charlie che alla fin fine è sempre Jax, in qualunque ruolo lo si metta. Sta di fatto che lo andrò a vedere. Anche solo per fedeltà al club.
E poi, dai, c’è pure Jude Law.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: