Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Tutti i soldi del mondo’ Category

La storia – vera – del rapimento, a Roma nel 1973, di John Paul Getty III, nipote del celebre e ricchissimo magnate del petrolio John Paul Getty.

Di come l’avaro riccastro si sia rifiutato di pagare il riscatto, di come abbia lasciato che al ragazzo venisse tagliato un orecchio e di come l’ex nuora, Gail, sia stata costretta ad un’assurda corsa contro il tempo per cercare di mettere insieme i soldi per liberare suo figlio.

I tentativi inutili di comunicare con un uomo totalmente anaffettivo e impossibile da distogliere dal suo unico vero interesse: fare soldi. Le negoziazioni al telefono con i rapitori per avere più tempo.

Nessuno crede che Gail non abbia i soldi. Divorziata o meno, è pur sempre una Getty. Almeno in teoria.

Comincio a pensare di avere un problema con Ridley Scott. O forse è solo lo strascico dell’ultimo Alien (e di Prometheus) Non so. Sta di fatto che mi aspettavo qualcosa di meglio da questo film.

Tralasciando tutta la faccenda della scelta discutibile di sostituire Spacey a un mese dall’uscita, non è che si possano muovere delle reali critiche perché è tutto tecnicamente impeccabile. Ritmo, regia, interpretazioni.

Eppure manca qualcosa. Manca empatia. Manca coinvolgimento.

Le candidature ai Globes potevano anche starci ma va più che bene che siano andate a vuoto. Christopher Plummer, Michelle Williams, Mark Wahlberg sono sicuramente molto bravi ma – soprattutto la Williams e Wahlberg – mancano di un reale carisma. Non sono sufficientemente forti da tirarti dentro la storia.

Manca un ruolo forte, accentratore. Manca il vero volto del film.

Apprezzabile il fatto che non si sia lasciato tirare dalla facile via dei cliché sull’ambientazione italiana.

Nel cast anche Timothy Hutton.

In definitiva, moderatamente consigliato.

Cinematografo & Imdb.

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: