Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Colpisci il tuo cuore’ Category

Meno banale di quanto si pensasse, lo trovava perfetto. Dire di chiamarsi Marie faceva sempre una certa impressione. “Marie” ripetevano gli altri, incantati.
Il nome non bastava a spiegare il suo successo. Sapeva di essere bella. Alta e ben proporzionata, il viso illuminato dal chiarore biondo dei capelli, non lasciava certo indifferenti. A Parigi sarebbe stata una tra le tante, ma viveva in una città lontana dalla capitale quanto basta per non doversi piegare alla sudditanza delle periferie. Abitava lì da sempre, la conoscevano tutti.
Marie aveva diciannove anni, era arrivato il suo momento. Una vita grandiosa la aspettava, ne era certa.

Ed è con Marie e le sue aspettative che ha inizio quest’ultimo romanzo della mia amata Amélie Nothomb.

Marie, che sembra essere tutto ciò che si può desiderare e davanti alla cui bellezza ogni porta sembra destinata ad aprirsi.

Marie che è ammirata ma soprattutto invidiata da tutti.

Marie che non riesce ad apprezzare nulla di quello che è o che possiede se non in proporzione a quanto può suscitare invidia.

Marie che fa le sue scelte più per il piacere di essere invidiata che per la soddisfazione delle cose in sé.

Marie che si trova all’improvviso senza più scelte, con le porte decisive ben chiuse alle spalle e con una figlia, Diane, che ha preso tutta la sua bellezza e sembra aver preso del tutto anche il suo posto nell’attenzione altrui.

E Diane, che non si spiega la lontananza di quella dea che lei venera di un amore struggente e silenzioso.

Diane, dal cuore così spezzato da voler diventare cardiologa.

Ha inizio così. Con troppa bellezza e un amore malriposto.

La difficoltà insormontabile dei legami, che siano di sangue o di amicizia.

La solitudine dei sentimenti.

Madre e figlia. Devozione e tradimento.

Il peso insostenibile di ciò che non si vede e non si capisce.

Le parole non dette, il risentimento e le ferite che non possono essere guarite.

Con la consueta, implacabile precisione, Amélie colpisce dritta al cuore pulsante della dolorosa incoerenza delle relazioni umane. Temi ricorrenti ma al tempo stesso presentati con forme e luci sempre nuove e sorprendenti.

Il tono ironicamente distaccato, gli eventi apparentemente paradossali ma non tanto da fugare il dubbio che in fin dei conti non siano invece fin troppo realistici.

Il teatrino ricorrente delle passioni umane, prevedibili eppur devastanti, sezionate con meticolosità chirurgica e osservate con l’indulgente e condiscendente curiosità di quello sguardo ironicamente superiore e benevolo che è la voce di Amélie.

Non mi piace divertirmi. Lo trovo noioso.

Amélie Nothomb, Colpisci il tuo cuore, Voland Edizioni, 2018

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: