Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Poltergeist 3D’ Category

poltergeist-2015-locandina

Tra i produttori figura il nome di Sam Raimi. Magra consolazione, peraltro di nessuna utilità al fine di risollevare le sorti di un remake tra i più inutili del decennio.

Sull’opportunità dei remake in sé mi sono già espressa diffusamente in altra sede e non intendo tediare oltre anche qui. Accettando che i remake esistono e sono una realtà consolidata, è pur vero che ce ne sono alcuni che riescono comunque ad essere dei film validi.

Poltergeist del 2015 (non l’ho visto in 3D) non è fra quelli.

Non solo non se ne sentiva il bisogno. Non solo è inutile. E’ proprio riuscito male.

In breve. Come struttura è sostanzialmente fedele all’originale di Hooper dell’82. Una fedeltà che vuole – forse fin troppo e sicuramente in modo troppo banale – omaggiare l’ingombrante predecessore, se non altro per mettersi la coscienza a posto e cercare così di mettersi al riparo dalle eccessive critiche che inevitabilmente piovono quando si vanno a mettere le mani su un cult. Una fedeltà che però ha solo l’effetto di produrre una copia sbiadita e del tutto priva di qualsiasi personalità.

E’ un film piatto, questo nuovo Poltergeist. Non fa paura. Non coinvolge. Non ti porta via neanche per dieci minuti dalla poltrona su cui sei seduto.

Qualche piccola variante c’è. E, manco a dirlo, non fa che peggiorare la situazione.

Viene inserito qualche elemento volto ad attualizzare il contesto –  come per esempio la situazione lavorativa del padre – ma nel complesso, sono tutte trovate piuttosto banali. Per dire, la bambina di fronte alla tv a schermo piatto è la cosa più intelligente, e questo già dovrebbe dirla lunga. La famosa scena delle sedie della cucina impilate a piramide viene rimpiazzata da una pila di fumetti. I clown aumentano in modo piuttosto arbitrario, solo perché si sa che i clown fanno paura e allora perché non cogliere l’occasione. Gli effetti sono tutto sommato dozzinali e, fatte le dovute proporzioni, gli effetti speciali dell’originale erano dieci volte più avanti di questi.

Il cast è abbastanza anonimo e, quel che è peggio, i personaggi sono vuoti. Non so come altro dirlo. Sembra che neanche loro siano convinti di quello che stanno facendo. Il padre poi, è interpretato da Sam Rockwell e forse sarò io che ho pregiudizi nei suoi confronti o forse era lui ad essere in un momento negativo, sta di fatto che il risultato è che il padre qui risulta veramente un coglione.

Ciliegina sulla torta, giusto per far vedere di averci messo del suo, Gil Kenan – il regista – apporta una piccola modifica alla trama.

E qui arriva uno SPOILER (che per questo film qui potrebbe anche non avere importanza, ma potrebbe rovinare l’originale a chi non l’avesse visto).

Kenan, dicevo, fa un piccolo spostamento e fa che spiattellare subito, alla prima occasione, tutta la faccenda del mancato trasferimento delle salme del cimitero. Ma cazzo! Ma allora, mi viene spontaneo osservare, non hai capito una benemerita minchia del film che stai rifacendo. La faccenda dei corpi rimasti sotto la casa è il momento culminante dell’altro film…

You son of a bitch! You moved the cemetery, but you left the bodies, didn’t you? You son of a bitch, you left the bodies and you only moved the headstones! You only moved the headstones! Why! Why!

E’ l’orrore che alla fine si rivela in tutta la sua chiarezza. Il tassello mancante per spiegare l’origine di tutto.

E invece qui ne parlano tranquillamente a cena, mi pare addirittura prima della metà del film, come di una roba senza importanza. Appena accennata.

E se potevo ancora far passare la piattezza e l’inutilità, questa è proprio una porcata che non mi va giù.

Come ammazzare lo spirito di un film in pochi semplici gesti.

Bocciato in pieno.

Cinematografo & Imdb.

poltergeist-2015-featured

poltergeist-trailer-2015-1102955-TwoByOne

hqdefault

images

maxresdefault

Poltergeist 2015 12_zpskb36pylo

Screen Shot 2015-02-05 at 12.09.16 PM

Read Full Post »

E lo so, è l’ennesimo remake. E non se ne sentiva il bisogno e nessuno ha più idee e riciclano tutto etc., etc.

Però mi ispira. Che ci devo fare, ognuno ha le sue debolezze. Datemi case infestate, ripostigli sinistri e roba che si sposta da sola in giro qua e là e io son già lì pronta in prima fila. Aggiungeteci anche un pupazzo clown e bon, son bell’e fregata.

In uscita il 23 luglio.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: