Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘L. Matsumoto’ Category

capitan-harlock-3d-poster-italiano

In realtà io non volevo cominciare con questo. Ma domenica sono andata a vederlo e adesso devo per forza esprimermi.

Da dove parto?

Dagli ululati per quanto è visivamente fighissimo o dalle testate al muro per il disastro di trama?

Chiunque conosca il cartone si armi di santa pazienza perché la storia che racconta il film non c’entra neanche lontanamente. E questo di per sé ci poteva anche stare. Dato il personaggio gli si costruisce intorno una nuova vicenda. Più che legittimo direi. E allora perché non pagare almeno un paio di sceneggiatori che questa vicenda la mettano insieme con un capo e una coda? Non che ci si debba aspettare chissà quale complessità, basterebbe un po’ di coerenza interna.

E invece si precipita ad intervalli più o meno regolari dentro vere e proprie voragini di trama che si spalancano tanto più facilmente quanto più la struttura di base è già deboluccia in partenza.

I riferimenti a Star Wars si sprecano, così come trapela l’ambizione di far incarnare ad Harlock un ruolo di eroe-simbolo che già non aveva in originale e ancor meno gli si addice in questo contesto.

Pirata ribelle, paladino della libertà. Le parole chiave sono sempre queste ma la libertà che cerca questo Harlock cela un’ambiguità di significato che poteva anche avere una sua ragion d’essere e una sua profondità se meglio articolata, ma che, di fatto, risulta solo un ulteriore ribaltamento di prospettiva malriuscito.

Poi.

Troppo repentino il modo in cui Harlock cambia il suo obiettivo.

Troppo repentini i continui cambi di idea e di posizione di Logan, il protagonista – peraltro troppo sfacciatamente somigliante al Capitano – che passa dal dedicare l’esistenza ad espiare la sua colpa nei confronti del fratello ad appoggiare incondizionatamente il Capitano dopo una brevissima spiegazione delle sue presunte intenzioni – sulle quali c’è anche parecchio da dire.

Troppo senso di colpa da tutte le parti e troppa rapidità nella redenzione senza una reale spiegazione.

Le intenzioni di Harlock. Quelle vere si rivelano profondamente egoistiche e provenienti da un abisso insondabile di disperazione che avrebbe meritato più spazio e più significato. Quelle presunte sono quanto meno discutibili, dal momento che, anche volendo prenderle per buone, restringono il concetto di libertà all’Arcadia e ad una fetta molto ristretta di umanità.

Seriamente, non fosse che Harlock è figo ai limiti della legalità e questo mi appanna il giudizio, sarebbe da dire che più che un eroe è piuttosto un coglione. Come si muove qualcosa rischia di saltare in aria. Ma vabbè.

Ancora.

Dark Matter come se piovesse, che ormai materia oscura, antimateria e tutto il repertorio vanno grandemente di moda e quindi mettiamocene a pacchi anche qui. [Poi se qualcuno mi spiega come fa quel cazzo di motore a ripartire sono anche più felice, grazie].

Finale affrettato, arbitrario, debole come il resto della trama. Aperto perché probabilmente arriverà il seguito.

Un passaggio di consegne anch’esso arbitrario e reso vano dal fatto che i personaggi sembrano agire in senso contrario a quanto hanno appena deciso di fare.

Penso sia il punto che mi ha lasciato maggiormente perplessa.

Bon, ho finito con le critiche. O meglio, ne avrei ancora diverse ma mi fermo qui e passo alla parte divertente. Quella in cui mi metto a squittire per l’aspetto visivo.

Dal punto di vista della grafica è veramente un capolavoro.

Non solo Harlock che è figo in tutti i modi possibili, perfetto, affascinante, tenebroso, etc., etc.; non solo tutti gli altri personaggi, da Logan alla ragazza che lo trattiene a bordo – di cui non mi ricordo il nome – alla bellissima creatura, ultima appartenente alla razza estinta dei Nibelunghi. E’ ogni singola scena, ogni singolo particolare di tutta l’ambientazione ad essere perfetto.

L’Arcadia è qualcosa di spettacolare. Ok, sì, il teschione davanti non c’era nel cartone, ma per il resto la nave è lei. Ed è’ bellissima.

Anche il 3D ci sta benissimo. Adesso va tanto di moda denigrare il 3D come cosa inutile e commerciale. A me il 3D piace, non so cosa farci. Poi ci sono film in cui effettivamente non aggiunge granché ma in questo caso merita decisamente.

Morale. Nonostante abbia brontolato per più di metà post sono contenta di averlo visto perché, davvero, la grafica grandiosa cattura talmente da far pesare meno gli svariati difetti.

Cinematografo.

28001

capitan-harlock

1383816493332_harlock-537x350g

capitan-harlock-3d-movie-film-italia-italiano-preview-pics-download-trailer-39-620x350

E un po’ di nostalgia.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: