Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Barbablù’ Category

NOTHOMB-A_barbablu1

Saturnine è giovane, bella, intelligente, belga e sta cercando una sistemazione a Parigi. Si imbatte in un curioso annuncio per un enorme e lussuoso appartamento ad un prezzo veramente ridicolo. In sala d’attesa, insieme ad altre aspiranti inquiline, tutte rigorosamente donne, viene a sapere delle voci che girano intorno al proprietario. E delle otto precedenti inquiline misteriosamente scomparse senza lasciare traccia.

Saturnine è razionale e poco influenzabile da strane dicerie. Firma il contratto e si trasferisce immediatamente. L’appartamento è all’interno di una casa grande e sfarzosa, nella quale abita anche il padrone. Oltre alle sue stanze, Saturnine può disporre della cucina, che è in comune, della servitù, incaricata di assecondare ogni suo desiderio, e può girare per tutta la casa tranne che in una stanza, la camera oscura di Elemirio Nibal y Milcar, il proprietario. Quella stanza è vietata.

Sui presupposti della classica storia di Barbablù, Amélie Nothomb imbastisce una storia dai tratti divertenti e surreali. Va in scena la curiosa pantomima della reciproca conoscenza. Le barriere di diffidenza gradualmente si abbattono, aiutate non poco dai fiumi di champagne che scorrono abbondanti nelle lunghe e deliziose cene preparate da Elemirio.

– Come trascorre il suo tempo, allora?

Si aspettava che la sua indiscrezione lo scandalizzasse. Non fu così.

– Sono spagnolo.

– Non era questa la mia domanda.

– E’ la mia attività.

– E in che cosa consiste?

– Nessuna dignità è all’altezza di quella spagnola. Io sono degno a tempo pieno.

Smodata passione, ai limiti dell’ossessione, per il cibo, l’estetica, l’oro – quello vero e quello nella sua forma liquida, lo champagne. Come in Causa di forza maggiore ritorna l’amore di Amélie per questa bevanda così altolocata e così simbolica, anche se questa volta non è riuscita a schiodarmi dalla mia assoluta ignoranza in materia.

Giochi di parole, schermaglie, colori. Un po’ metafora e un po’ storia, la vicenda di Saturnine e Elemirio si addentra, man mano che procede, verso quel terreno impervio che è il rapporto con l’altro. Sia esso un estraneo o l’amore della vita. E se anche questo non è un tema nuovo per AN, di sicuro è nuovo e, come sempre, originale il modo in cui esso viene affrontato.

Ironia, preferibilmente spietata, una giusta dose di cattiveria e un gran numero di riferimenti ad altri suoi libri. Strutturato prevalentemente per dialoghi, alcuni dei quali realmente geniali.

Inutile dire che è da leggere. Come sempre. Come tutti i libri di Amélie.

– Sì, l’idea della camera oscura mi è venuta in quel periodo. E’ logico. Un celibe non ne ha bisogno. E’ quando ci si appresta a condividere la vita con il proprio amore che se ne sente la necessità. Credo di aver capito che lei non ha mai amato; a maggior ragione non ha l’esperienza della convivenza amorosa. Bè, non è una cosa così semplice.

– Quando la stamberga ha una trentina di stanze come questa deve essere un po’ più facile, no?

– L’ambiguità è solo più grande. Dove comincia il proprio territorio, dove comincia quello dell’altro? Esiste una geografia amorosa che vale le cartografie di guerra. Sono convinto che in un monolocale la minaccia di crisi sia così potente che la coppia fa subito più sforzi: è una questione di vita o di morte.

Annunci

Read Full Post »

Marzo si preannuncia un mese impegnativo.

tumblr_mgfnhmqNP81rfdea7o1_500

12/03 David Bowie The Next Day

L’avevo mica già detto? no vero? Ah, meno male che mi sono ricordata allora.

KODALINE_in_a_perfect_world_web-460x460

18/03 Kodaline In a perfect World

E’ il loro primo album e sono proprio bravi.

da107943

18/03 Suede Bloodsports

Devo dire che quando ho sentito la notizia la prima volta pensavo di aver capito male.

Non che non sia contenta, anzi. Solo spero che non sia la classica cazzata commerciale perché Brett si è accorto che da solo non combinava granché.

Depeche-Mode-Delta-Machine-586x571

26/03 Depeche Mode Delta Machine

Su Heaven non ho avuto la stessa folgorazione che mi colpì a suo tempo per Wrong, ma decisamente mi piace.

E visto che siamo in tema di segnalazioni:

9788862431354

Amelie Nothomb Barbablu.

E’ uscito addirittura il 21 febbraio e io me ne sono accorta tipo domenica. Vergogna a me.

E poi la novità più grossa, anche se per questa c’è da aspettare un po’ di più.

Dr.-Sleep-Cover

Data d’uscita 24 settembre 2013.

Questo dal sito dell’autore:

On highways across America, a tribe of people called The True Knot travel in search of sustenance. They look harmless—mostly old, lots of polyester, and married to their RVs. But as Dan Torrance knows, and tween Abra Stone learns, The True Knot are quasi-immortal, living off the “steam” that children with the “shining” produce when they are slowly tortured to death.

Haunted by the inhabitants of the Overlook Hotel where he spent one horrific childhood year, Dan has been drifting for decades, desperate to shed his father’s legacy of despair, alcoholism, and violence. Finally, he settles in a New Hampshire town, an AA community that sustains him, and a job at a nursing home where his remnant “shining” power provides the crucial final comfort to the dying. Aided by a prescient cat, he becomes “Doctor Sleep.”

Then Dan meets the evanescent Abra Stone, and it is her spectacular gift, the brightest shining ever seen, that reignites Dan’s own demons and summons him to a battle for Abra’s soul and survival. This is an epic war between good and evil, a gory, glorious story that will thrill the millions of hyper-devoted readers of The Shining and wildly satisfy anyone new to the territory of this icon in the King canon.

Ora, è vero che è il seguito di Shining il che vuol dire andare a toccare uno dei mostri sacri dell’opera kinghiana. Ma sono fiduciosa. Se se l’è sentita lui di rimetterci in qualche modo le mani, sicuramente sa quello che sta facendo.

Operazione commerciale? Non credo, semplicemente per il fatto che non ne ha bisogno. E’ un autore che riuscirebbe a vendere anche la lista della spesa scritta a matita sulla carta igienica, non ha bisogno di riagganciarsi ai vecchi successi. Sono molto più propensa a credere che in quella storia, o nelle strade che ha aperto, ci fosse ancora qualcosa di sepolto che il caro vecchio zio Steve ha deciso di riportare alla luce.

DS2

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: