Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Horror & Co.’ Category

Il trailer mi ispira tantissimo.

Il fatto che la regia sia di Adam Robitel – che ha diretto quella mega vaccata dell’ultimo Insidious – mi smorza un tantino l’entusiasmo ma voglio essere fiduciosa.

In uscita il 14 marzo.

Annunci

Read Full Post »

Scritto e diretto da Jordan Peele, regista e sceneggiatore di Get Out.

Ora, ricordandomi quanto poco mi fosse piaciuto Get Out e quanto avessi giudicato immeritata anche solo la partecipazione agli oscar, forse dovrei usare cautela nell’approcciarmi a questo.

Però il trailer mi piace parecchio.

In uscita il 28 marzo.

Vedremo.

Read Full Post »

In uscita il 31 gennaio.

Sembra un onesto caso di possessione con tutte le carte in regola.

 

Read Full Post »

Manco a dirlo, sezione After Hours.

Regia di Pascal Laugier, per una produzione franco-canadese ma girata in inglese.

Vera e Beth sono in viaggio con la loro madre verso la casa di una zia.

Quando arrivano a destinazione trovano una vecchia dimora piena zeppa di anticaglie, oggetti recuperati da tutte le parti e tante, tantissime bambole.

E’ strana, quella casa.

La sera stessa le tre donne vengono aggredite da due folli conciati in modo bizzarro e devono lottare disperatamente per la loro salvezza.

A distanza di anni, Beth, ormai adulta, è un’affermata scrittrice di romanzi horror e ha deciso di raccontare quell’esperienza in un libro, Incident in a Ghostland.

Nel frattempo, qualcosa fa sì che si veda costretta a tornare nella vecchia casa, dove sono rimaste sua madre e sua sorella.

Vera è rimasta strana e piena di problemi. Sembra non aver mai davvero superato la notte dell’aggressione.

Beth si ferma con lei. Vuole aiutarla. E qualcosa comincia a non tornare. Qualcosa di quella notte che forse non si sono lasciate del tutto alle spalle.

Un bell’horror vecchia maniera. Con i cattivi psicopatici nascosti nel buio che ti fanno saltare sulla poltrona.

Ok, non è perfetto e delle pecche ci sono. Le ragazze urlano un po’ troppo e di villain ne ho visti di più spaventosi, però nel complesso il giudizio è più che valido.

Una buona scansione dei tempi dell’horror ti lascia entrare e ambientare con calma prima di mettere tutto in discussione. Ribaltamenti di prospettiva e piani di realtà che si incastrano come scatole cinesi.

Un po’ di jumpscare ma ben utilizzato, in modo funzionale alle situazioni.

Personalmente tendo a spaventarmi di più quando c’è di mezzo il sovrannaturale, mentre qui siamo più sul lato non-aprite-quella-porta dell’horror, però le bambole sono terribilmente inquietanti e, in ogni caso, la tensione si crea.

E con questo si conclude anche il mio TFF di quest’anno.

Ghostland arriva nelle sale oggi, con il titolo La casa delle bambole.

Cinematografo & Imdb.

Read Full Post »

Sezione After Hours, questo decisamente è un horror a tutti gli effetti. Non di altissimo livello ma comunque horror.

Diciamo che è più il classico elemento di serie c che ti passa la Notte Horror di Italia 1 quando si è già giocata i titoli grossi.

Cominciamo con un bell’antefatto di impostazione super canonica: la giovane coppia che si infratta nei boschi in macchina per trovare un po’ di intimità e trova invece una morte sanguinosa.

Diciamo che non si fa molto mistero di chi sia l’assassino perché viene subito inquadrata una disturbante figura solo vagamente umana.

Insomma, nel bosco c’è qualcosa e, a suo modo, questo qualcosa è affamato.

Stacco.

Una famiglia in viaggio verso una casa isolata nei boschi. In vacanza ma non solo. Il padre è malato di cancro e la madre si è incaponita di poterlo aiutare o curare grazie alle energie derivanti dal suolo su cui la casa è costruita.

Parallelamente, una puntata di Inside Crime trasmessa in televisione, ricostruisce e racconta un sanguinario fatto di cronaca avvenuto proprio in quella casa. Una sorta di flash forward parziale, in cui si anticipa quello che è stato trovato ma non si spiega cosa sia effettivamente successo. E che, per inciso, ricorda un po’ l’impostazione di AHS Roanoke.

E poi una donna misteriosa trovata nei boschi. La famiglia la porta in casa per aiutarla ma lei comincia a comportarsi in modo piuttosto strano ed arrogante.

Antichi poteri dimenticati – sembra un po’ il ritornello del terreno sacro di Pet Sematary – evocazioni e patti con forze oscure.

Una bella accetta – che non si nega a nessuno – arti mozzati e sangue a volontà, di quello che schizza a fontanella dalle amputazioni.

Un horror piuttosto prevedibile e assolutamente nei limiti del canone ma comunque non sgradevole. La trama funziona e si fa seguire, l’impostazione è un po’ slasher e questo crea comunque il giusto minimo di tensione.

Cast piuttosto sconosciuto, se non per Barbara Crampton.

Imdb.

Read Full Post »

Classico teen horror sul lato oscuro – o almeno così pare – che potrebbe anche offrire qualche spunto interessante.

Non è dato sapere se e quando arriverà in Italia.

Read Full Post »

In uscita il 1 gennaio 2019.

Sono piuttosto preoccupata, in verità. Dario Argento ha uno stile troppo personale per poterne fare un remake. E Suspiria è un tale classico.

Non so. D’altro canto mi incuriosisce anche perché è di Guadagnino e perché c’è la mia amata Tilda Swinton.

Facevo volentieri a meno di Dakota Johnson ma pazienza.

 

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: